Home / Gruppo / Sostenibilita / News / Mad for Science Challenge 2020: manca pochissimo alla sfida finale!

Mad for Science Challenge 2020: manca pochissimo alla sfida finale!

05/10/2020

Il prossimo 14 ottobre, durante la Challenge Mad for Science 2020, otto licei si sfideranno per coronare il sogno di un laboratorio di scienze completamente rinnovato, dove poter mettere le mani sulla scienza e sperimentare in prima persona fenomeni biologici, proprio come gli scienziati nei laboratori di ricerca. Otto finalisti, otto scuole “pazze per la scienza”, otto progetti portati avanti con tanta determinazione, coraggio e resilienza in un periodo così incerto come quello che stiamo continuando a vivere ancora oggi, a causa dell’emergenza sanitaria Covid-19.

Vengono da tutta Italia, dal Trentino alla Sicilia, gli otto team finalisti tra tutti quelli dei 1600 licei scientifici italiani coinvolti, selezionati per aver elaborato percorsi laboratoriali relativi a 3 obiettivi di sviluppo sostenibile dell'agenda ONU 2030, identificati come filo conduttore di questa ultima edizione targata DiaSorin del progetto: SDG2 - Porre fine alla fame, raggiungere la sicurezza alimentare, migliorare la nutrizione e promuovere un'agricoltura sostenibile; SDG3 - Assicurare la salute e il benessere per tutti e per tutte le età; SDG6 - Garantire a tutti la disponibilità e la gestione sostenibile dell’acqua e delle strutture igienico-sanitarie.

In diretta streaming sul canale Facebook dedicato al concorso
1

Mad for Science Challenge vedrà i giurati riuniti nella prestigiosa sala dell’Auditorium Vivaldi a Torino e le scuole collegate ciascuna dalla propria sede. Ogni team finalista racconterà il proprio progetto mettendo in luce come può contribuire a realizzare gli obiettivi di sviluppo sostenibile dell’agenda ONU 2030. In particolare, gli otto licei hanno lavorato su:

  • Liceo Enrico Fermi (Aversa - CE) si concentra sull’agrobiodiversità locale, studiando le proprietà biologiche utili per la nostra salute della mela annurca e delle fragole melissa.
  • Liceo Italo Calvino (Genova) affronta il problema emergente dell’inquinamento delle acque da farmaci, proponendo di studiarne gli effetti in ecosistemi modello di acque dolci e salate.
  • Liceo Filippo Lussana (Bergamo) propone un percorso per acquisire consapevolezza degli effetti dell’uomo sugli ecosistemi e sulla biodiversità, con particolare riferimento alle coltivazioni del kiwi.
  • Liceo Laurana-Baldi (Pesaro Urbino) analizza l’intero ciclo produttivo del latte, dal punto di vista della sua qualità e dell’impatto sulle risorse ambientali nei suoi processi di trasformazione.
  • Liceo Failla Tedaldi (Castelbuono - PA) sviluppa modelli di impianti di depurazione delle acque per la gestione sostenibile di questa risorsa in contesti rurali e cittadini, negli edifici pubblici e privati.
  • Liceo Filippo Buonarroti (Pisa) studia la possibilità di migliorare le proprietà nutrizionali dell’enjera, alimento di largo impiego nei paesi del Corno d’Africa, tramite l’uso dell’alga spirulina.
  • Liceo Leonardo da Vinci (Trento): studia dal punto di vista molecolare le relazioni tra i microrganismi del suolo e le piante di mirtillo in coltivazioni biologiche, intensive e in condizioni di crescita spontanea.
  • Liceo Giovanni Battista Ferrari (Este - PD): indaga la sicurezza alimentare di acque e bibite zuccherate conservate nelle borracce, dal punto di vista chimico e biologico.

Un compito difficile quello della Giuria, presieduta da Francesca Pasinelli, già Direttore Generale della Fondazione Telethon e Presidente della neonata Fondazione DiaSorin, e che vede coinvolti Mario Calabresi, giornalista e scrittore; Barbara Gallavotti, biologa, scrittrice e divulgatrice scientifica; Ferruccio Resta, ingegnere e accademico italiano, Rettore del Politecnico di Milano; Andrea Salonia, professore ordinario di Urologia presso l'università Vita-Salute del San Raffaele di Milano e Gianmario Verona, economista e accademico italiano, Rettore dell’Università Bocconi.

Appuntamento allora sul canale Facebook “madforscience by DiaSorin” per seguire i progetti, commentarli e scoprire chi vincerà la sfida 2020!

Facebook "madforscience by DiaSorin"