Home / Gruppo / Sostenibilita / News / Proclamato il vincitore della seconda edizione “Mad for Science”

Proclamato il vincitore della seconda edizione “Mad for Science”

06/01/2018

Con un progetto di ricerca sul ruolo dei funghi nel mantenimento degli equilibri di ecosistema in ambito alimentare, l’Istituto Statale Augusto Monti di Asti si è aggiudicato la seconda edizione del concorso Mad for Science. L’iniziativa è promossa da DiaSorin tra i licei Scientifici della Regione Piemonte per favorire l'interesse per la scienza e la ricerca tra i giovani. Il premio di 60mila euro, che servirà alle scuola vincitrice per realizzare il proprio laboratorio didattico, è stato consegnato dal Presidente di DiaSorin, Gustavo Denegri, il 16 maggio durante la giornata conclusiva dell’evento.

Una giuria qualificata composta da Francesca Pasinelli (Fondazione Telethon), Cristina Messa (Università degli Studi di Milano-Bicocca), Elena Zambon (Multinazionale farmaceutica Zambon), Raffaella Cesaroni (SkyTG24) e Andrea Salonia (Vita-Salute del S. Raffaele di Milano e Urological Research Institute) ha valutato i progetti incentrati sull’alimentazione, tema dell’edizione 2018.

I 6 istituti finalisti si sono confrontati su argomenti di varia natura, dagli OGM alla valorizzazione delle eccellenze locali.

La proposta dell’I.I.S. Lorenzo Cobianchi di Verbania “Mangia sicuro, sano e informato!” ha esplorato il concetto di alimentazione a partire dagli aspetti microbiologici degli alimenti e dalle loro qualità nutrizionali.

Quella del secondo finalista, l’I.I.S. Curie-Vittorini di Grugliasco ha indagato la problematica della reperibilità delle informazioni in ambito alimentare.

Su igiene e sicurezza alimentare si è concentrato il progetto del Liceo Albert Einstein di Torinoche ha individuato 5 esperienze tematiche, dalla lettura delle etichette alla valutazione della presenza di allergeni o microrganismi patogeni nei prodotti.

“CioccolaTOmania” è il progetto dell’I.I.S. Giuseppe Peano di Torino: un’indagine microbiologica alla ricerca delle sostanze responsabili del cioccolismo, la dipendenza dal cioccolato.

L’Istituto Salesiano San Lorenzo di Novara conclude la carrellata con un progetto dedicato ad uno dei più celebri prodotti del territorio, il gorgonzola, e ai processi di stagionatura delle muffe.

Carlo Rosa

CEO

"Le materie scientifiche e tecnologiche, se spiegate e vissute nei laboratori, possono affascinare i giovani studenti liceali. l successo della manifestazione conferma come sia possibile far innamorare i giovani delle materie scientifiche, grazie al contributo del corpo docente e all’impegno delle imprese che operano in questo settore. Impegno cui DiaSorin ha sempre creduto e che svilupperà in futuro."

Novità di questa edizione è stato il Premio Comunicazione, assegnato al Liceo Albert Einstein di Torino, per la qualità della presentazione e le competenze di public speaking. Per tutti gli istituti partecipanti un abbonamento annuale alla rivista Le Scienze, edizione italiana di Scientific American.

"Le materie scientifiche e tecnologiche, se spiegate e vissute nei laboratori, possono affascinare i giovani studenti liceali", spiega Carlo Rosa, CEO di DiaSorin. "Il successo della manifestazione - aggiunge - conferma come sia possibile far innamorare i giovani delle materie scientifiche, grazie al contributo del corpo docente e all’impegno delle imprese che operano in questo settore. Impegno cui DiaSorin ha sempre creduto e che svilupperà in futuro”.