Home / Sostenibilità / Progetti / Progetto Pinocchio

Progetto Pinocchio

Sostenere i piccoli non è piccola cosa

Dettagli

Il Progetto Pinocchio nasce nel 2014 grazie al contributo di DiaSorin, Rotary, Inner Wheel e Rotaract. Attivo in tre ospedali piemontesi, sostiene gli oltre 3000 bambini ricoverati ogni anno nella loro formazione, nella loro ricerca di normalità, nel loro desiderio di una degenza il più possibile serena.

In particolare, DiaSorin è impegnata nella fornitura di tablet e device tecnologici ai 60 insegnanti ospedalieri operanti in Piemonte e ai loro studenti: un modo concreto per rendere la didattica più snella e coinvolgente, aprendo un ponte efficace tra il sistema sanitario e quello scolastico.

Ma l’ambito di azione del Progetto Pinocchio non si limita unicamente all’istruzione. A partire dal 2016, infatti, i partner coinvolti hanno finanziato il restyle estetico e cromatico della sala TAC dell’ospedale Regina Margherita. Gli ambienti sono stati trasformati in un accogliente bosco colorato, grazie anche all’utilizzo di sofisticate pellicole poste sui macchinari diagnostici. I bambini ora possono avvicinarsi a un esame così delicato in un luogo che parla lo stesso linguaggio della loro fantasia, dove sentirsi un po’ meno spaventati. Con risultati sorprendenti: sono diminuiti i casi in cui è stata necessaria la sedazione in vista della procedura radiologica.

Dal 2019 l'iniziativa del restyle estetico e cromatico della sala TAC prende piede e coinvolge anche un partner d'eccezione, la Walt Disney Company, con la quale DiaSorin replica il progetto presso l'Ospedale Gaslini di Genova realizzando un mondo fantastico con i personaggi DiaSorin Pixar di Toy Story. L'iniziativa toccherà più di 7.000 bambini l'anno.

La nostra missione
Migliorare la qualità della vita in ospedale dei piccoli degenti, negli ambiti fondamentali della loro quotidianità: istruzione, cure mediche, esami diagnostici.

L'iniziativa

DiaSorin sostiene il Progetto Pinocchio dal 2014, con la fornitura di tecnologie per l’attività didattica dei bambini ricoverati e l’abbellimento degli ambienti ospedalieri destinati ai più piccini.


Con DiaSorin la scienza fa scuola


Sostenere i piccoli non è piccola cosa


Nessuna vetta è irraggiungibile


La passione per lo sport non conosce limiti


La fantasia è una medicina